Lo splendido codice ebraico miniato della Biblioteca Universitaria di Bologna MS.2197 IL CANONE DI MEDICINA DI AVICENNA dal 15 settembre al MEB

Dal 15 settembre un nuovo arrivato alla mostra: IL CANONE DI MEDICINA DI AVICENNA (in facsimile) che andrà ad arricchire il percorso della mostra La CASA della VITA. Ori e Storie intorno all’antico cimitero ebraico di Bologna.

Il Canone della medicina è un’enciclopedia in cui Avicenna, basandosi su Ippocrate e Galeno, compendiò le medicine greca, araba, persiana e anche la medicina indiana (Ayurveda), integrandole con i risultati della sua esperienza personale. Il Canone, completato attorno all’anno 1025, costituisce un’opera compilativa in arabo, una vera summa della scienza medica che circolava nel Vicino Oriente agli inizi del secolo XI. Fra gli oltre cento manoscritti che contengono le versioni ebraiche del Canone, solo il ms. 2197 della Biblioteca Universitaria di Bologna, conserva la traduzione completa di Natan ha-Meati. Inoltre rappresenta un unicum non solo per la versione ebraica contenuta ma anche per le illuminazioni e dei decori, e ancor più per le mirabili sei miniature che si sviluppano in una pagina intera, che costituiscono un raro saggio di rappresentazione della pratica medica e della vita quotidiana di interesse non solo per storici della miniatura ma anche per storici della medicina e del costume.
Dal 15 settembre 2019 al 6 gennaio 2020 in mostra al Museo Ebraico di Bologna

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/28 14:34:00 GMT+2 ultima modifica 2019-09-19T15:42:50+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina