Strumenti personali
Tu sei qui: Home / eventi e mostre / Archivio 2011 / Gli ebrei nell’età del Risorgimento in Emilia-Romagna due realtà a confronto: Ferrara e Parma

Giusti tra le nazioni

5xmille1

museo di qualita 

MEB - Museo Ebraico di Bologna

via Valdonica 1/5
40126 Bologna
Italy
Tel. +39 051.2911280
Fax +39 051.235430
email: info@museoebraicobo.it

 

Gli ebrei nell’età del Risorgimento in Emilia-Romagna due realtà a confronto: Ferrara e Parma

archiviato sotto:

Dettagli dell'evento

Quando

20/11/2011
dalle 16:00 alle 18:30

Aggiungi l'evento al calendario

sbam 2011















cultura a porte aperte 

Museo Ebraico di Bologna
domenica 20 novembre 2011 - ore 16.00

Il Museo Ebraico di Bologna anche quest'anno aderisce alla quinta edizione di Sbam! cultura a porte aperte, iniziativa organizzata dall'Assessorato alla Cultura e Pari Opportunità della Provincia di Bologna
 

conferenza

 

Gli ebrei nell’età del Risorgimento in Emilia-Romagna
due realtà a confronto: Ferrara e Parma



intervengono
Davide Luigi Mantovanistorico
Ercole Camuranigiornalista e saggista

risorgimento 3Gli ebrei d’Italia partecipano al Risorgimento: fanno parte di società segrete; aderiscono alla Carboneria e poi alla Giovane Italia di Mazzini; partecipano alle guerre di indipendenza e alla spedizione dei Mille. E un simile coinvolgimento emerge, attraverso numerosi documenti e testimonianze, anche per l’Emilia-Romagna e in particolare per due sue realtà, Ferrara e Parma, che qui si vogliono mettere a confronto. Ferrara: una comunità eccezionalmente coesa, capace di salvaguardare con le proprie istituzioni religiose, economiche, caritatevoli ed educative un popolo di 1600 persone nei frangenti più burrascosi, grazie a capi di grande valore. 
Da Samuel Dalla Vida, autorevole membro del Consiglio degli Juniori della Repubblica Cisalpina, a Lazzaro Carpi, carbonaro, a Salvatore Anau, eletto alla Costituente Romana con Leone Carpi, ai numerosi partecipanti alle guerre per l'Indipendenza, ad Enea Cavalieri che compie con Leopoldo Marchetti e Sidney Sonnino la famosa inchiesta in Sicilia, ai fratelli Castelbolognesi, uno esploratore delle fonti del Nilo, l'altro collaboratore di Giolitti. Per finire con Max Ascoli, che fonda e dirige la Mazzini Society negli Usa.
A Parma, David Rabbeno (1815-1882), attivo nei moti unitari, fu collaboratore della Rivista Israelitica e primo direttore della Gazzetta di Parma dopo l’Unità d’Italia. Studioso di economia e storia patria, pubblica la prima monografia su un Comune della nuova Italia, Salsomaggiore, applicando i modelli statistici  introdotti dalle nuove leggi dello stato unitario e ne illustra la cultura economica e storica, ambientale e sociale. Con Lorenzo Molossi, padre della statistica parmense, e Giovanni Valentini, Rabbeno fu membro del Comitato provinciale di statistica di Parma e nel 1861 elaborò la Statista Industriale di Parma, la prima di una Provincia in Italia.
 
dalle ore 10.00 alle 18.00 sarà possibile visitare la mostra

La partecipazione degli ebrei al Risorgimento in Emilia-Romagna [1815-1870]


 

Tutte le attività della giornata sono ad ingresso libero

Azioni sul documento

archiviato sotto: